• Leggo un libro e te ne parlo
  • Narrativa straniera

Qualche giorno fa ho comprato questo libro. Euforica. Sànchez mi è piaciuta molto in passato. Prometteva grandi cose.
Trattasi del suo primo romanzo. Scritto nel 1989 e pubblicato a novembre 2017.
Capita raramente per non dire mai che io non porti a termine la lettura di un libro. Per una sorta di rispetto verso l’autore che ci ha creduto e per una forma di rispetto verso il libro stesso.
Questo libro… per me è no!
Ma proprio no. In copertina evoca incontri predestinati, promesse… la quarta di copertina… non saprei ma forse si riferisce ad un altro libro. Tra le pagine non ho trovato nulla di quanto paventato fuori.
Una storia sciatta. Fermo restando che questo è solo il mio parere ci tengo a precisare che ho letto 2/3 del libro, non mi sono arresa subito pensando che ad un certo punto avrebbe per forza dovuto acquistare spessore… ma niente siamo rimasti fermi alla profondità, ahimè, di una pozzanghera… peccato!

All’improvviso il silenzio della casa sembra avvolgere ogni cosa. Natalia ha appena accompagnato le figlie all’aeroporto e non le resta che aspettare il ritorno del marito dal lavoro. Non è questa la vita che aveva immaginato. Non era così che si vedeva dopo i quarant’anni. Per questo quando le arriva l’invito a un aperi-tivo nell’elegante casa di un’amica decide di accettare. Ma quello che doveva essere un tranquillo pome-riggio di chiacchiere diventa qualcosa di più. Perché quella sera Natalia incontra l’affascinante Raúl Monte-negro. L’ombroso avventuriero la conquista con i suoi racconti e, accanto a lui, Natalia ritrova una voglia di vivere che credeva perduta. Perché a volte le parole hanno un potere inaspettato e la loro forza può essere imprevedibile. Dal giorno seguente, però, Natalia comincia a ricevere strani biglietti, che la riempiono di dubbi. Non riesce a spiegarsi questo comportamento di Raúl: nulla durante il loro primo incontro le aveva lasciato presagire di non potersi fidare di lui. Finché l’uomo le propone un incontro al quale poi non si presenta. Al suo posto c’è un suo caro amico che le rivela che Raúl è fuori città. Natalia non riesce a credergli: capisce che l’incontro di quella sera forse non è stato casuale; capisce che c’è qualcosa che le viene nasco-sto. Ma non può immaginare che quel qualcosa sia il centro di un fitto intrico di inganni e di bugie. E Natalia si scopre suo malgrado pedina di una partita che può vincere solo trovando dentro di sé tutta la forza di cui è capace. Dopo il successo internazionale di Stupore di una notte di luce, seguito di Profumo delle foglie di limone, per mesi nelle classifiche anche nel nostro paese, Clara Sánchez torna con un nuovo romanzo che ha per prota-gonista una donna alla ricerca di una svolta nella propria vita, imbrigliata in una rete di falsità e segreti. Perché non è mai oro quello che luccica intorno a noi. E bisogna sempre avere il coraggio di scavare a fondo per trovare la verità.


di Yvonne / pagina fb

  • TAGS
  • Narrativa straniera
  • Stivaletti marrone in australiani pelle rustici Blundstone Style 585 chelsea nabuk
CONDIVIDI
Facebook Twitter
  • tweet

ARTICOLI CORRELATIALTRO DALL'AUTORE

L’altra famiglia – Jodi Picoult

Narrativa straniera

Eleanor Oliphant sta benissimo – Gail Honeyman

australiani marrone rustici Blundstone nabuk chelsea pelle Stivaletti in Style 585 Narrativa straniera

Il ragazzo nuovo – Tracy Chevalier

LASCIA UN COMMENTO Cancella la risposta

Accedi per lasciare un commento